A testa in giù.

(0 Voti)

Cambiare prospettiva? Aiuta a comprendere di più noi stessi, gli altri e il mondo di oggi! Il più delle volte, per timore o paura del cambiamento, rischiamo di rimanere ancorati nelle nostre routine quotidiane di azioni, pensieri, idee e opinioni personali, senza accorgerci che sono proprio queste a complicarci l'esistenza.

A testa in giù si vede il mondo alla rovescia, da una prospettiva inusuale. Lo spazio del palcoscenico allora è un possibile contenitore di sguardi nel mondo. Racconta, non insegna, semmai condivide con gli spettatori.

A testa in giù si mettono gli acrobati o i bambini che giocano liberi, come gli adulti quando entrano in contatto con l'immaginazione e la fantasia. Allora forse il palco può portare una visione altra, una condivisione, o al gioco per il piacere del gioco. 

Se non hai guardato almeno una volta il mondo a testa in giù ti mancherà sempre un punto di vista. 

Il teatro è necessario anche se non cambia il mondo. Le leggi lo cambiano. 

Nel teatro, quello che noi amiamo, ci raccontiamo angosce, crisi, allegria, senza sconti o buoni sentimenti. Il resto è silenzio. 

Programma della Rassegna.

A testa in giù. Prima edizione della Rassegna Teatrale. 
Direzione Artistica: Associazione Culturale Teatro del Cuore APS.

DOMENICA 22 GENNAIO 2023 - ORE 18:00 TEATRO G. PIEROBON DI PAIANE (Ponte nelle Alpi - BL).
La Mamma di Arlecchino non dorme mai.
Di e con Roberto Faoro. Regia, luci, scenografia di Mirko Artuso. Tecnico Luci: Accademia Ponte.
Biglietto unico 15 euro. Spettacolo adatto dai 14 anni in su. Prevendite: Libreria Tarantola Belluno (BL).

Spesso la vita ci capovolge. Da genitori si ritorna figli e da figli ci si ritrova ad essere genitori. Un attore di mezza età si prende cura della mamma ormai anziana. Si lascia andare ai ricordi fino a confondere i suoi con quelli del personaggio che interpreta. Sono momenti di tenerezza, di rabbia e di spensieratezza. Una storia vera. Un pugno nello stomaco con un guanto di velluto.

"Un testo pieno di tenerezza, ma anche di crudezza, spiritoso ma anche amaro, scritto con garbo ma senza sconti per nessuno. Ed è anche innovativo nel mescolare i ricordi e le esperienze dell'attore con quelle di un personaggio archetipico come Arlecchino."
Claudia Cannella, direttrice Hystrio.

DOMENICA 05 FEBBRAIO 2023 - ORE 16:00 TEATRO G. PIEROBON DI PAIANE (Ponte nelle Alpi - BL).
Fole e Filò (spettacolo per adulti e bambini)
Di e con musiche dal vivo Filippo Tognazzo e Ivan Tibolla.
riallestimento 2022, Zelda Teatro. 
Biglietto unico 10 euro. Prevendite: Libreria Tarantola Belluno (BL).

Fola e Filò è uno spettacolo dinamico e coinvolgente adatto a tutte le età, ricco di poesia, leggende, musica e divertimento che saprà stupire e incantare attraverso un teatro genuinamente popolare. Un percorso immaginario fra fiumi, grotte, cave e campi per far conoscere storie e miti del territorio e per tornare a ridere, emozionarsi, stupirsi e sognare assieme.

VENERDI' 24 FEBBRAIO 2023 - ORE 21:00 TEATRO G. PIEROBON DI PAIANE (Ponte nelle Alpi - BL).
L'albergo dei nevrastenici.
Liberamente tratto dalla farsa omonima di Gino Rocca del 1919.
Regia, drammaturgia, scenografia e luci di Roberto Faoro. 
In scena la Compagnia Teatro del Cuore di Belluno. 
Biglietto unico 10 euro. Prevendite: Libreria Tarantola Belluno (BL).

Come lo stesso Rocca dichiarò si tratta di un testo il cui scopo è solamente far ridere, senz'altra pretesa che divertirci e vedere i nostri tic, le nostre manie portate agli estremi attraverso dei tipi psicologici. Vi aspettano Astenoide, Volturia Cip Guizzetti, la signora delle scosse, Alda Salario... Si ride.

Informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | 347 3164423

 

 

 

 

 

Altro in questa categoria: « Arti in Bilico 2021